NEWSLETTER distretti – n. 2, novembre 2011

EDITORIALE

CONTRATTO DI RETE 


» SCARICA LA NEWSLETTER


EDITORIALE

CONTRATTO DI RETE 

È un contratto stipulato tramite un atto pubblico o una scrittura privata autenticata, con il quale più imprese perseguono l’obiettivo di accrescere la propria competitività e capacità d’innovazione attraverso un programma comune con cui s’impegnano a collaborare attraverso lo scambio di informazioni e prestazioni di natura industriale, tecnica o tecnologica. Il contratto prevede l’istituzione (non obbligatoria) di un fondo comune patrimoniale.

Attraverso tale strumento (Decreto Legge n. 5/2009, articolo 3, convertito nella Legge n. 33/2009) le imprese, anche localizzate in Regioni diverse, pur rimanendo indipendenti, potranno realizzare progetti comuni diretti ad accrescere la capacità innovativa e la competitività e beneficiare di una agevolazione fiscale.

In particolare, l’articolo 42, comma 2-quater, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78 stabilisce che fino al periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2012 le imprese aderenti a un contratto di rete, per accedere all’agevolazione fiscale, devono accantonare ad apposita riserva una quota degli utili di esercizio destinandoli al fondo patrimoniale comune (o al patrimonio destinato all’affare) per realizzare gli investimenti previsti dal programma comune di rete, che abbia ottenuto la preventiva asseverazione da parte degli organismi abilitati.

La norma in esame prevede, infine, che “L’importo che non concorre alla formazione del reddito d’impresa non può, comunque, superare il limite di euro 1.000.000”. Detto limite di 1 milione di euro si applica per singola impresa, anche se aderisce a più di un contratto di rete, e per ciascun periodo d’imposta in cui è consentito l’accesso all’agevolazione.

Gli utili destinati al fondo patrimoniale comune o al patrimonio trovano espressione in bilancio in una corrispondente riserva, di cui viene data informazione in nota integrativa, e sono vincolati alla realizzazione degli investimenti previsti dal programma comune di rete. 


» “DISTRETTI AGRICOLI”, DOCUMENTI DI APPROFONDIMENTO


» SCARICA LA NEWSLETTER


Share This: